#63 – Il principale nemico siete voi.

Appena messo negli archivi un anno fantastico come il 2017, fatto di borse che salgono costantemente con pochissimi scossoni e virtualmente zero momenti di panico (ricordate la Brexit? Ecco appunto, non se la ricorda nessuno), il 2018 è partito a bomba.

Nella prima settimana dell’anno, le borse europee hanno guadagnato, in media, circa il 2,3%:

veur inizio anno 2018

Giusto per farvi capire, se tutte le settimane dell’anno fossero come questa, 1000 euro investiti al 01/01/2018 diverrebbero, al 31/12/2018 circa 3300 euro.

Non siamo ancora ai livelli di un “investimento” in Bitcoin ma poco ci manca.

Bitcoin Ballers
Cool story, Bro.

Visto che sono un po’ autistico, controllo il mio portafoglio almeno quattro cinque volte al giorno tramite l’ottima funzione “watchlist” di bloomberg.com, e vi confesso che questa prima settimana è stata veramente una figata.

Vedere che in pochi giorni, senza che io muovessi un dito, ho “guadagnato” (virgolette perché, non vendendo io mai nulla, non ho veramente guadagnato nulla) l’equivalente di uno stipendio è una droga irresistibile per il cervello.

Ma dovrei essere felice?

La risposta è, ovviamente, no.

Ho 37 anni e spendo meno di quanto guadagno.
Mi ritrovo quindi nella situazione di generare un surplus monetario mensile, che spendo per acquistare pezzi di grandi aziende.

Su piccolissima scala, è come se stessi lentamente ma inesorabilmente facendo tante piccole ma costanti acquisizioni; la mia età fa si che probabilmente sarò un acquirente netto per ancora (spero) molti anni.

Logica vorrebbe, visto il mio orizzonte temporale lungo, che io preferissi una borsa bassa, o in discesa, piuttosto che una borsa che sale.

Pensateci un attimo: se foste un pessimo/a utilizzatore intensivo di automobili, vorreste una benzina alle stelle o ai minimi? La logica è la stessa per la borsa.

Invece c’è purtroppo la nostra psiche che ci fotte, facendoci sentire euforici quando le nostre azioni salgono, e facendoci spaventare quando crollano.

C’è tutta una branca della Personal Finance, chiamata fantasiosamente behavioral finance, che studia l’impatto del nostro cervello/istinto su come gestiamo i nostri soldi (il libro migliore che io conosca in proposito, che consiglio anche nell’apposita pagina, si chiama Your Money And Your Brain di Jason Zweig), ma il succo è:

Il nemico siete voi.

Il mio stupido istinto mi fa venire voglia di comprare di più quando la borsa sale, perché immagino mirabolanti guadagni.

Quando le cose vanno male, invece, devo farmi violenza per non andare sul mio conto e cambiare qualcosa: vendere un’azione piuttosto che un’altra, aggiustare la mia asset allocation, mettere in pausa gli investimenti automatici, ed altre cazzate che mi porterebbero solo a spararmi nel piede.

Per questa ragione, mediamente, siamo dei pessimi investitori, e per questa ragione consiglio sempre, nel dubbio, di non fare niente.

Non importa se un vostro amico ha un fondo che ha un TER più basso dello zero virgola zero percento, non importa se il vostro vicino di casa si è comprato la Bentley grazie ai Bitcoin, non importa se Pinco Palla al lavoro si vanta di come lui ha comprato tre azioni della Amazon quando stava a $20.

Essere disciplinati conta molto di più di un paio di centesimi di punti percentuali di spesa, Bitcoin probabilmente alla fine rovinerà più gente di quanta renderà ricca (la Bentley tra l’altro consuma un casino) e Pinco Palla probabilmente omette che oltre alle Amazon si è comprato anche delle Tiscali o delle Enron che adesso valgono zero.

Pensate bene ad un mix diversificato di investimenti che vi faccia dormire la notte, settate la rotta, trattenetevi il più possibile dal modificarla (automatizzare aiuta), focalizzatevi su quello che potete controllare (ossia: principalmente a fare carriera ed a non far lievitare i costi) ed evitate di essere il vostro peggior nemico.

Buon risparmio, e buon 2018 a tutti.

 

Advertisements

9 thoughts on “#63 – Il principale nemico siete voi.

  1. Rinfrescare i buoni propositi è sempre importante. Azione da ripetere periodicamente, sia quando c’è euforia, sia quando le borse crollano.
    Direi che questo post lo potresti riproporre in automatico ogni 2 mesi, ahahah!
    Buon 2018.

    Liked by 1 person

  2. Buongiorno Andrea ed a tutti i lettori del blog,

    questo articolo impressiona per la quantita’ di verita’ che vengono enunciate; purtroppo la veridicita’ e saggezza di suddette parole le ho sperimentata sulla carne viva ed ho chiara percezione quanto siano vere ed autentiche oltre che dolorose; sono un milionario mancato per non essere stato in passato un investitore diligente e costante bensi un fottuto e presuntuoso trader perdente.Un abbraccione Andrea e tanti auguri a tutti.

    Liked by 1 person

    1. Ciao Antonio, grazie per la testimonianza.
      Errori ne facciamo tutti tanti, l’importante è imparare.
      Brad Stevens (allenatore dei Boston Celtics) una volta ha detto una frase che mi è piaciuta un casino
      “I never lose. I either win or I learn”

      Like

      1. grazie mille per le tue parole, sei un giovane uomo saggio! posso solo dirti che da quanto ho smesso con il gioco d’azzardo sto davvero,davvero bene ; niente piu’ pantaprazolo (e’ un gastroprotettore, il piu’ diffuso)e niente piu’ stilnox(sonnifero); sto bene davvero!

        per rientrare nell’azionario in modo consapevole ed indicizzato aspetto la prossima recessione; per adesso risparmio feroce (…senza tuttavia limitare i piaceri di questa vita),versamenti periodici sul conto deposito all’1,6 % lordo e mini-patrimoniale a loro carico,tanta voglia di rimettermi in gioco professionalmente (lavoro part-time a 30 ore ma lavorando il sabato e qualche domenica a partita’ di ore guadagno come un full time ) e soprattutto niente piu’ operai in casa mia (ho imparato a ripararmi elettrodomestici,mobili sfondati ,e lavori di idraulica con il fai da te e grazie a tutorial su youtube ….ho risparmiato l’acquisto di una nuova camera da letto e di un a nuova cucina…ste donne).

        grazie ancora Andrea per il tuo splendido blog e per esserci! A big big hug!!!

        Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s