#50 – Il manifesto ERE, tradotto in italiano.

Per il cinquantesimo post di questo blog, ho deciso di onorare una delle principali (se non LA principale) fonti di ispirazione della mia attitudine verso la gestione delle risorse, traducendo in italiano il manifesto ERE, di Jacob Lund Fisker.

ERE sta per Early Retrement Extreme, che nonostante il nome un po’ fuorviante è molto di più di un banale concetto “vivi con poco senza lavorare”.

Minimalismo, conservazione delle risorse, resilienza, miglioramento personale e curiosità intellettuale sono alcuni degli altri elementi fondanti di ERE, elementi anche più importanti della parte finanziaria, che è più conseguenza di un approccio mentale che non obiettivo da perseguire in quanto tale.

Ho già menzionato Jacob in alcuni post (come ad esempio questo), e consiglio a tutti di spulciare la pagina wiki di ERE, il forum, ed a leggere il libro, che avevo già segnalato nella pagina dei consigli.

Questo manifesto, apparso originariamente sul suo blog nel 2008, è così perfetto nel suo essere semplice, asciutto e diretto (stile tipico dell’autore) che avrei voluto scriverlo io.

Personalmente, credo che alcuni passaggi andrebbero incisi sui muri delle strade.

Potete trovare l’originale in inglese qui.

 

Manifesto, by Jacob.

Traduzione semilibera a cura di Andrea

La mia casa ha bisogno di muri, un tetto, finestre e una porta che possa essere chiusa ed aperta. Ho anche bisogno di un posto per cucinare, un posto per mangiare, un posto per dormire, un posto per un ospite ed un posto per scrivere.

Non è (sempre) meglio avere più spazio. Più spazio significa una casa più grande. Una casa più grande significa più impegni, più mantenimento, più lavoro necessario a pagare l’affitto, il mutuo, le tasse, e meno tempo per vivere. Più spazio inoltre attira più roba, e come conseguenza il risultato è meno spazio. Lo spazio in una stanza dipende più dalla personale tolleranza per il disordine che da qualsiasi altra cosa.

Alcuni oggetti ci rendono la vita più semplice, ma (possedere) un numero maggiore di oggetti non rende la vita più semplice. (Possedere) più cose significa più cose che possono rompersi e più tempo speso per aggiustarle, o sostituirle.

Comfort significa libertà ed indipendenza. Comfort significa avere la ghiandole sudoripare e la tolleranza metabolica per gestire il caldo ed il freddo. Non significa riscaldamento o aria condizionata, che possono rompersi o non essere disponibili. Non significa morbide poltrone ma una schiena sana.

Lusso non significa cose costose. (Il lusso) è un corpo sano e capace di muoversi con facilità e senza restrizioni derivanti dal fatto che una cosa sia troppo pesante, troppo lontana, troppo faticosa. (Il lusso) è una mente soddisfatta e capace di pensare in modo critico, risolvere problemi e formare autonomamente opinioni personali.

Successo significa avere tutto ciò che è necessario, e fare qualunque cosa si voglia. Non significa fare qualunque cosa sia necessaria per avere tutto ciò che si vuole. In questo secondo caso non saremmo noi a possedere cose, ma le cose a possedere noi.

Non ho bisogno di possedere un particolare tipo di veicolo. Devo andare da A a B. Non ho bisogno di cene fighette, ingredienti rari, o qualcuno che mi prepari da mangiare, sia esso uno chef, un pizzaiolo o un macchinario industriale. Necessito di cibo per vivere. Cibo che sia carburante per il mio corpo e la mia mente.

Il lusso non è mangiare in un ristorante cinque stelle. Il lusso è essere capaci di apprezzare ogni tipologia di cibo. Comfort significa mangiare la giusta tipologia e la giusta quantità di cibo, non qualsiasi cosa io abbia voglia di mangiare. Mangiare e muoversi nel modo giusto previene malattie, dolori e scarsa funzionalità (del corpo).

Io sono ciò che mangio ed appaio per ciò che faccio, come tutti. E’ l’equivalente fisiologico della virtù. Dire ciò che penso e credere in ciò che dico. Anche questo rende la vita più semplice.

I soldi significano opportunità. Opportunità significa potere. Potere significa libertà. E libertà significa responsabilità. Senza responsabilità non ci sono libertà, potere, opportunità né soldi. Ancora più importante: la libertà vale più che il potere. Il potere vale più che l’opportunità. L’opportunità vale più del denaro.

Ed il denaro è più di qualcosa che serve solo a comprare roba. E’ (un concetto) semplice da capire ma difficile da ricordare. Sforzatevi di ricordare questo prima di ogni cosa.

 

Ipse dixit!

Advertisements

4 thoughts on “#50 – Il manifesto ERE, tradotto in italiano.

  1. Qualche tempo fa c’era una discussione su uno dei gruppi che seguo su Facebook, dove praticamente ci si lamentava che alla fine “siamo sempre tutti d’accordo” su temi di questo tipo. Beh il fatto che segua un blog che parla di FI mi porta gia ad apprezzare la base del ragionamento percui facevo notare come era abbastanza normale essere in linea con le idee espresse.

    Rimane però molto utile leggere estratti di questo tipo perchè spesso, nel mio caso, mi dimentico di questa “radice” ed è molto facile cadere in trappole consumistiche. Sto affrontando uno dei piu grossi “traumi finanziari” (le virgolette sono dovute, perchè i veri problemi sono altri) della mia vita, ovvero l’organizzazione del mio matrimonio… Finanziariamente un disastro, poi scriverò qualcosa sul blog perchè alcune cose sono comiche, ma in generale mi fa capire quanto sia distante dalla mentalità media dello “spendere a tutti i costi”….

    Quindi grazie per il “reminder”!

    Stal

    Liked by 1 person

    1. Ciao Xander,
      In inghilterra direbbero “spot on!”. E’ assolutamente cosi…

      Io ho il privilegio di essere l’unico invitato PAGANTE al SUO matrimonio (non so se rendo l’idea…). Ogni tanto provo a dire qualcosa ma è quasi tempo perso… :D:D:D (ma ci provo uguale!)

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s