#17 – Brexit: Niente Panico

Contrariamente a tutte le previsioni, come oramai sanno anche i sassi, la UK ha sciaguratamente deciso di votare per un’uscita dall’Europa.  

Pochi giorni prima del referendum avevo scritto perché non doveva fregarvene di meno, ma visto che le borse europee hanno già perso il 12% in due sessioni (oggi stanno recuperando), ed in particolare i titoli bancari hanno subito perdite devastanti (Mediobanca ha perso più del 20% per dire), è bene scrivere un post per ricordarvi le basi. 

Le opzioni che ci si parano innanzi sono essenzialmente due.

Scenario 1 – Apocalisse

La Brexit innesca un circolo vizioso di crisi, isolazionismo ed odio per lo straniero. Altre nazioni si staccano dall’Europa unita, che si dissolve completamente. I diversi paesi ritornano alle valute locali, e dopo qualche anno un marco tedesco vale 790 milioni di lire ed 1 miliardo di pesos. Scoppia una orrenda guerra mondiale. 

Lo scenario sopra descritto mi pare poco probabile, anche se non impossibile. 

Se si avverasse, saremmo tutti fottuti in ogni caso, e credo che i nostri investimenti saranno davvero l’ultimo dei problemi di cui dovremo occuparci tra un bombardamento e l’altro. 

Scenario 2 – ritorno ad un equilibrio. 

In tutti gli altri casi, dopo un periodo più o meno lungo di assestamento, le cose torneranno alla normalità. 

Ne consegue che, qualunque siano state le perdite teoriche che il vostro portafoglio azionario ha subito dopo la Brexit, saranno state ripianate. 

Come sempre, l’importante è non farsi prendere dalle emozioni e continuare per la propria strada, secondo i piani. 

Vi ricordate la crisi finanziaria del 2008, quella in cui tutti pensavano che il mondo sarebbe finito?

Bene: visto che mi piace essere concreto, andiamo ad analizzare, grazie al favoloso sito Portfolio Visualizer, qualche scenario ipotetico (i dati sono in dollari perché il sito è americano, ma rende l’idea). 

Tutti gli esempi che seguono sono fatti simulando l’andamento dell’ETF Europa VGK, che  è la versione americana del VEUR di cui ho parlato QUI

Questo è quello che sarebbe accaduto all’investitore più sfigato del mondo, ossia quello che investe in un colpo solo tutti i suoi risparmi proprio prima della crisi:


Un poco entusiasmante -6.6%. Pensavate peggio, dite la verità. 

Chi ha comprato una casa in quel periodo, per darvi un’idea, ad oggi sarà sotto di almeno il 30%. 

Questo invece è quello che è successo allo stesso investitore in un caso un filo più realistico, ossia uno stesso investimento iniziale di $10.000, seguito poi da aggiunte annuali al 31/12 di $1.200 (numero preso pensando a $100 risparmiati al mese). 

Questo ipotetico investitore ha quindi messo nel mercato $19.600, pari ai $10.000 iniziali più $1.200 x 8 = 9600. 

+6.6% !!!!

Avete capito bene. 

Un investitore che ha investito nella borsa europea più della metà dei suoi soldi pochi mesi prima la più terribile crisi di borsa degli ultimi vent’anni, avrebbe, ad oggi, guadagnato soldi. 

Ultimo esempio: una persona che inizia ad investire nel 2008, ed investe regolarmente $1.200 all’anno. 


Ebbene sì, grazie al Dollar Cost Averaging, questo sereno investitore ha realizzato un 32% di guadagni.

Se siete giovani, nonostante la psiche cerchi di fottervi, ricordatevi sempre che ogni crollo di borsa deve essere da voi salutato con gioia. 

Non guardate al valore degli investimenti che avete, ma pensate che state comprando le cose in saldo!

In definitiva, solo i cretini vendono i loro investimenti in momenti di crisi. 

Quindi mi raccomando, niente panico e dritti per la vostra strada. 

Ah, e spammate questo sito, che aiuterete  la gente a non fare stupidaggini (oltre ad alimentare il mio egocentrismo, ovviamente). 

Advertisements

4 thoughts on “#17 – Brexit: Niente Panico

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s